www.mondosardegna.net
 
PROVERBI SARDIHome Page
PROVERBI SARDI




Bene narat su diciu
(Dice bene il detto)
 
A caddu curridore, sa briglia forte
(Al cavallo che corre, freno forte)
 
A s'inimigu parare, a sa justizia fuire
(Al nemico fate fronte, la giustizia temetela)
 
A su male su remediu
(A ogni male il suo rimedio)
 
Abba de sero, friscu de manzanu
(Acqua di sera, fresco di mattina)
 
Abba passada non tira il mulino
(Acqua passata non tira il mulino, significa che oni cosa ha il suo tempo)
 
Ama si cheres essere amadu
(Ama se vuoi essere amato)
 
Amare e non esser amadu, est tempus ingannadu
(Amare e non essere corrisposto, e' tempo perso)
 
Arcu de manzanu, abba de sero: arcu de sero, abba de manzanu
(Arco di mattina, pioggia vicina, arco di sera, buon tempo spera [Sign: arco a levante (mattina annuncia pioggia), a ponente (sera annuncia buon tempo)])
 
Bardadi de femina chi hat boghe de homine, e de homine chi hat boghe de femina
(Guardatevi dalla donna che ha voce di uomo, e dall'uomo che ha voce di donna)
 
Caddu lanzu, musca meda
(Al cavallo magro molte mosche. Significa che al povero vanno le disgrazie)
 
Caddu senza coa, caddu de paga proa
(Cavallo senza coda, cavallo di poco valore)
 
Chie chircat a Deus, cum Deus s'agatat
(Chi cerca Dio, con Dio si trova)
 
Chie disizat sa morte est unu vile, chie la timet est pejus
(Chi desidera la morte un vile, chi la teme peggio)
 
Chie dormit a pizzinnu pianghet a bezzu
(Chi dorme in gioventu', piange da vecchio. Significa che chi non lavora da giovane e' povero da vecchio.)
 
Chie est maccu s'istet in domo sua
(Chi e' pazzo se ne stia a casa sua)
 
Chie faghet male hat male e pejus
(Chi fa male avr male e peggio)
 
Chie hat dinari cumparit innocente
(Chi ha soldi viene giudicato innocente)
 
Chie hat pius ricchesas hat pius pensamentos
(Chi ha piu' ricchezze ha piu' pensieri)
 
Chie hat un amigu, hat unu tesoro
(Chi ha un buon amico, ha un tesoro)
 
Chie male cominzat pejus accabat
(Chi mal comincia peggio termina)
 
Chie non iscultat consizos, andat in hora mala
(Chi non ascolta consiglio, facilmente cade in errore)
 
Chie non trabagliat pro isse, non trabagliat pro sos ateros
(Chi non lavora per se', non lavora per gli altri)
 
Consizare sos ignorantes, opera meritoria
(E' opera di carita' consigliare gli ignoranti)
 
Contra a Deus non andat niunu
(contro Dio non va nessuno)
 
Contra a Deus non si podet andare
(Non si pu andare contro Dio)
 
Cum sa morte si accabbat totu
(Con la morte termina tutto)
 
De amigos est bonu a nd'haer finzas in domo de su diaulu
(E' bene avere degli amici anche a casa del diavolo)
 
De milli amigos, non sinde incontrat unu fidele
(Di mille amici non se ne trova uno fedele)
 
De sos duos males abbrazza su minore
(Dei due mali abbraccia sempre il minore)
 
De su trabagliu fattu non ti nde pentas mai
(Del lavoro fatto non pentirti mai)
 
Fagher su bellu in cara, et insegus s'istoccada
(Far il bello in faccia, e dietro la stoccata)
 
Femina risulana, o est macca o est vana
(Donna che ride sempre, o e' pazza, o e' vanitosa)
 
Homine bagasseri, pedidore
(L'uomo che frequenta le prostitute diventa misero nella persona e nei beni)
 
Homine barrosu non lu timas
(L'uomo chiaccherone, non temerlo)
 
Homine baulosu, fertu a machine
(L'uomo bavoso mezzo matto)
 
Homine bonu e homine malu, non andat mai cumpare
(Uomo buono e uomo cattivo non vanno mai d'accordo)
 
Homine dormidore, pagu cuidadosu
(Uomo dormiglione, poco diligente)
 
Homine fattu cum dinari, non balet a nudda
(Uomo fatto con i soldi non vale a nulla)
 
Homine longu, homine locu
(Uomo alto, uomo scemo)
 
Homine sabiu non chircat fattos anzenos
(Gli uomini dabbene non cercano i fatti di altri)
 
Homine solu non est bonu a niunu
(L'uomo isolato non utile a nessuno)
 
In cosa chi non connoshes lea consizu
(In affari che non conoscete, chiedete sempre consiglio)
 
In d'ogni cosa bi hat su rimediu, foras che in sa morte
(Ad ogni cosa vi rimedio, fuorch alla morte)
 
In su mundu non bi hat ite fidare
(Nel mondo non vi e' da fidarsi)
 
In su mundu totu sos homines sunt necessarios
(Nel mondo tutti gli uomini sono necessari)
 
Inue non penetrat sa femina, mancu su diaulu
(Dove non arriva la donna non arriva neanche il diavolo)
 
Iscultare consizos est de sos sabios
(Ascoltare consigli e' dei savi)
 
Iscuru a chie non hat in domo sua
(Infelice chi non ha in casa sua)
 
Iscuru su caddu chi non hat padronu
(misero il cavallo che non ha padrone)
 
Mezus bastonadas de amigu chi non lusingas de inimigu
(Meglio avere bastonate dall'amico che lusinghe dal nemico)
 
Mezus unu bonu amigu chi non unu malu parente
(Meglio un buon amico che un cattivo parente)
 
Morte de frades creschimentu de benes
(Morte dei fratelli aumento di beni)
 
Muzere bella, maridu corrudu
(Moglie bella, marito cornuto)
 
Nen bella senza peccu, nen fea senza tractu
(Non c'e' una bella senza difetto, ne' una brutta senza grazia [riferito alle donne])
 
Nen cum Santos nen cum maccos non servit bugliare
(Non si scherza ne' con i santi ne' con i pazzi)
 
Non disprezies mai ne' raccumandaziones, nen consizos
(Non disprezzate mai ne' raccomandazioni ne' consigli)
 
Non est bellu su chi est bellu, si non su chi piaghet
(Non e' bello quel che e' bello, ma e' bello quel che piace)
 
Paret chi totu su mundu siat sou
(Sembra che tutto il mondo sia suo.[Si dice di uno che si cura poco degli altri])
 
Pro su dinari nissunu narat basta
(Al denaro nessuno dice basta)
 
Sa cosa antiga durat de pius
(La roba antica dura di piu')
 
Sa cosa cara est sa pius saborida
(La cosa cara e' la piu' saporita)
 
Sa cosa furada pagu durat, e comente est bennida, gasi si ch'andat
(La cosa rubata poco dura, e come viene se ne va)
 
Sa cosa pius difficile est a connoscher a isse e totu
(La cosa piu' difficile e' conoscere se stessi)
 
Sa cosa sua a totus paret bella
(La cosa propria a ciascuno sembra bella)
 
Sa domo est minore, su coro est mannu
(La casa e' piccola, il cuore e' grande.[Proverbio antichissimo dei sardi che riguarda l'ospitalita')
 
Sa femina arrogante isbirgonzat su maridu
(La donna arrogante svergogna il marito)
 
Sa femina est che i sa mela, fora bella, e intro punta
(La donna e' come la mela, fuori bella e dentro bacata)
 
Sa muzere de su ladrone non riet semper
(La moglie del ladro non ride sempre)
 
S'abba ogni cosa nd'andat, foras su machine
(L'acqua leva ogni cosa, salvo la pazzia)
 
Sas cosas bellas sunt sas pius difficiles
(Le cose belle sono le piu' difficili)
 
S'avaru cum sos poveros est che i su lupu cum sos anzones
(L'avaro con i poveri e' come il lupo con gli agnelli)
 
S'avaru non gosat mai de sos benes suos
(L'avaro non gode mai dei suoi beni)
 
S'avaru non intrat in chelu
(L'avaro non entra in cielo)
 
Senza dinari non si cantat missa
(Senza denaro non si canta messa [cioe' non si fa nulla])
 
Seriu comente i sa morte
(E' serio come la morte)
 
S'homine bonu faeddat in cara
(L'uomo onesto parla in faccia)
 
S'homine faularzu est tentu in pagu cunzettu
(L'uomo bugiardo e' tenuto in poco conto)
 
S'occasione faghet s'homine ladrone
(L'occasione fa l'uomo ladro)
 
Sos maccos e sos pizzinnos narat sa veridade
(Matti e bambini dicono la verita')
 
Sos males anzenos sunt leziones pro nois
(I mali altrui sono di lezione per noi)
 
Sos males de sa iuventude bessint in sa bezzesa
(I mali e i vizi della gioventu' si vedono in vecchiaia)
 
Su dinari azzegat s'homine
(Il denaro acceca l'uomo)
 
Su dinari in ojos de medas, e in manu de pagos
(Il denaro e' negli occhi di molti, e nelle mani di pochi)
 
Su dinari non faghet lege
(Il denaro non fa legge)
 
Su ladru non hat fide in logu
(Il ladro non riscuote fiducia in nessun luogo)
 
Su maccu imparat su sabiu
(Il pazzo insegna al savio. Cioe', tante volte il pazzo comprende meglio)
 
Su maccu si bidet in d'ogni logu
(Il pazzo si fa conoscere dovunque)
 
Su male continuu imbezzat sa zente
(Il male continuo invecchia la persona)
 
Su male remedialu cand'est minore
(Al male rimediate quando piccolo)
 
Su mundu est de chie lu cheret: su chelu de chie l'alcansat
(Il mondo e' di chi lo vuole: il cielo di chi l'ottiene)
 
Su mundu est tundu, e chie non ischit navigare falat a fundu
(Il mondo e' tondo e chi non sa navigare cala a fondo)
 
Su non trabagliare est causa de milli vizios
(Il non lavorare e' motivo di mille mali)
 
Su poveru est pienu de trassas
(Il povero e' pieno di astuzie)
 
Su reposu est pius saboridu pustis de su trabagliu
(Il riposo e' piu' gradito dopo la fatica)
 
Su riccu est appreziadu dai totus
(il ricco [onesto] e' apprezzato da tutti)
 
Su riccu non est cuntentu mai
(Il ricco non e' mai felice)
 
Su riccu pius nd'hat, pius nde disizat
(Il ricco piu' ha, piu' desidera)
 
Sunt pius de bonu coro sos poveros chi non sos riccos
(I poveri sono di buon cuore dei ricchi)
 
Tottu sas cosas passant
(Ogni cosa passa)
 
Totu sos homines sunt homines
(Ogni uomo e' uomo. Significa che tutti siamo soggetti a sbagliare)
 
Totu su mundu est paesu
(Tutto il mondo e' paese)
 
Trabagliu continuu binchet ogni cosa
(Il lavoro assiduo vince ogni cosa)
 
Tres cosas sunt reversas in su mundu: s'arveghe, s'ainu e i sa femina
(Tre cose sono testarde nel mondo: la pecora, l'asino e la donna)
 
Unu solu Deus est senza defetu
(Solo Dio senza peccato)
 
Su tropu istropiat
(Il troppo storpia)